Perchè alzarti presto non ti serve

Le persone di successo si alzano presto al mattino”

Dal diario di un invasato

“Le persone di successo si alzano presto al mattino”. Ormai vedo e sento questa frase ovunque, certamente anche a te sarà capitato.

Principalmente, in questa assunzione vedo due problemi:

1- Successo non è un termine dalla definizione unica, quindi, cosa vuol dire successo? da cosa si misura?

2- Il tono imperativo. Alzarsi presto non è più un consiglio ma una verità certa. La domanda dunque, a questo punto, è: verità per chi?

Amico mio, alzarti presto non ti servirà.

Se sei arrivato fino a qui, ti stai chiedendo: Perché non mi serve, dato che sembra invece il contrario?

Dunque ti spiegherò perché alzarti presto non ti serve.

Nella mia vita quotidiana da Smart Coach capita spesso di intraprendere conversazioni su temi come il tempo. È importante rendersi conto che il fattore tempo sia l’unico veramente scarso tra quelli a nostra disposizione.

Qualche settimana fa ero a Romolo per la consueta colazione mattutina; era un Mercoledì dell’autunno milanese come tanti.

Io Paolo e Simone ci stavamo prendendo un caffè e cornetto seduti al tavolo conversando sugli articoli della prima pagina del Metro.

Paolo e Simone, entrambi classe 1980, si conoscono dalle elementari. Paolo è un impiegato, ha due figli ed una moglie. Simone ha una compagna ed è titolare di una piccola impresa di famiglia. Apparentemente le loro vite si equivalgono. Ebbene, quel giorno Simone, prendendo spunto dai titoli del giornale, stava esprimendo la sua insoddisfazione quotidiana lamentandosi di tassazioni, aliquote e simili; aggiungendo che la sua attività gli (riporto il termine esatto) “rubava” troppo tempo che, avrebbe voluto utilizzare per stare con la sua compagna, con la quale stava iniziando a pensare a dei figli e, prendersi più momenti liberi da passare con gli amici.

Paolo, forte delle sue convinzioni, si è messo a raccontare di come lui sia riuscito a ritagliarsi del tempo per se e gli altri svegliandosi prima al mattino, potendo così organizzarsi meglio gli impegni.

Simone era incuriosito dal’esperienza dell’amico. Prendendo la palla al balzo gli ho consigliato di provare a farlo anche lui, se pensava potesse essergli d’aiuto. Il lavoro chiamava e cosi li ho salutati e mi sono diretto fuori dal locale, con la promessa che gli avrei chiesto qualche settimana più tardi come stava andando il test.

Qualche giorno fa io e Simone ci siamo rincontrati.

“Allora Simo, come va con la sveglia presto?”

“Guarda Dami, all’inizio è stato facile, alle 5 del mattino mi alzavo energico e con una voglia di fare sorprendente. Sono riuscito a organizzare i miei impegni agendo in anticipo. Prima delle 15 avevo già svolto le mie attività routinarie e potevo cosi tornare a casa ad un orario decente per passare la serata con Sara. Siamo andati al cinema, spesso a cena, ho avuto modo di vedere amici che non riuscivo a incontrare da tempo. Una settimana dopo avevo dormito non più di quattro ore a notte e iniziavo a risentire della carenza di sonno. Ho cosi iniziato ad andare a dormire alle 22. In questo modo potevo svegliarmi presto come deciso. Ho dovuto declinare parecchi inviti con gli amici e decidere spesso di non uscire con Sara per non fare tardi.

Nonostante dormissi a sufficienza, dopo un paio di settimane ho iniziato a posticipare la sveglia sempre più frequentemente, cosi che alla fine, ora mi sveglio come prima.

“Sei quindi tornato alla condizione iniziale?”

Si, e mi da fastidio ammetterlo ma, proprio non riesco a svegliarmi”

“Posso capire quello che intendi e, dimmi, per capire meglio, poco fa hai detto che per poterti svegliare prima hai dovuto anticipare anche l’orario per andare a letto rinunciando quindi alle uscite che facevi con Sara e con gli amici”

“Esatto, hai proprio capito”

“E, dimmi, come ti faceva sentire il rinunciare a questo?”

“Sapevo che era giusto farlo, come diceva Paolo quella volta ma, mi dispiaceva non potermi svagare come disideravo”

Non ti racconto come abbiamo continuato il discorso e per questo mi soffermo solo sui principi cardine del ragionamento.

Alzarti presto non ti serve.

Simone ha dato importanza a svegliarsi presto, trascurando come questo avrebbe influito sulle sue relazioni (per lui fondamentali) e sulle sue emozioni quando non reagiva come voleva al suono della sveglia. Questo circolo vizioso l’ha riportato alla condizione iniziale, con un’aggravante: un peggioramento emotivo e psicofisico.

Quindi, ripeto, alzarti presto non ti serve; quello che ti serve è un bilanciamento del tempo basato su quello che per te è importante.

Agire in base a quello che consideri di valore, ti permette di ottenere un bacino emozionale pieno e utile a:

– Interrompere i rapporti inutili

– Smettere di ingoiare pillole basate su ciò che è importante per gli altri e non per te (la pillola alzati presto se vuoi essere una persona di successo ne è l’esempio)

Tu e solo tu, hai le capacità per definire cosa per te è importante e, una volta capito, indirizzare il tuo tempo di conseguenza.

Ci sono otto aree nelle quali possiamo dividere il tempo. Le elenco (non per ordine di importanza)

  • SALUTE: La categoria SALUTE comprende le attività che ci portano a mantenerci in forma, sia fisicamente che mentalmente;
  • AFFETTI: Gli affetti sono le relazioni di cuore nella sfera familiare e, le amicizie fini a sé stesse, senza tornaconti di genere alcuno;
  • ATTIVITA’ ECONOMICHE: Si intendono quelle attività che portano ad un guadagno economico, sostentamento ed in genarale portano ingressi monetari;
  • CRESCITA PERSONALE: La crescita personale ha sfaccettature sia nella conoscenza che nella consapevolezza di sé. Le nuove competenze o il loro consolidamento rientrano nella crescita personale;
  • NETWORK: Il network racchiude anch’esso le relazioni ma, con uno specifico scopo, quello di allargare la conoscenza di nuove persone, modi di pensare o la ricerca di persone che possano ispirare in noi stima ed esempio;
  • RIPOSO: Il Riposo, in particolare fisico è una delle sfere più importanti perché agisce trasversalmente su tutte le altre. Il riposo minimo consigliabile è di 4 ore a notte, più quello che per noi è importante come aggiunta ad esse;
  • TEMPO PER SE: Il tempo per sé racchiude tutte quelle attività senza uno specifico scopo se non quello di stare bene con noi stessi. Gli Hobbies ne sono l’esempio più comune, come guardare la TV, leggere un romanzo senza uno fine preciso;
  • SPRECO: Tempo sprecato; a nessuno piacerebbe. Tutto quello che non è valore aggiunto per noi, è inevitabilmente tempo sprecato che, ovviamente, deve essere il meno possibile. Esempio? le commissioni.

Essendo il tempo limitato, esso dovrà essere necessariamente diviso tra queste otto aree.

Esempio di distribuzione del tempo settimanale di un collaboratore

La domanda è come? In che bilanciamento?

Ottima domanda, e se anche tu ti sei posto questi quesiti, la risposta è ancora una volta:

In base ai TUOI valori, quello che PER TE è importante

Per aiutarti nella comprensione ho preparato un piccolo strumento gratuito ma di estremo valore che consente in modo guidato di:

  1. Estrarre i tuoi valori motivazionali quotidiani
  2. Definire in modo riassuntivo i tuoi impegni settimanali
  3. Confrontare i due sistemi che, stando alla logica, dovrebbero coincidere.
  4. Valutare come poter distribuire il tempo efficacemente per mantenerlo in linea con quello che per te è importante

Di seguito ti lascio una videoguida di come utilizzarlo e un rimando ai nostri contatti in caso avessi bisogno di aiuto.

Lo strumento è utile per fare valutazioni iniziali e, successivamente, se hai intenzione di prendere le redini del tuo tempo, per una consulenza gratuita e iniziare un percorso insieme.

CIAO!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.